Capodanno cinese 2018, inizia l'anno del Cane

16.02.2018

Il Cane, simbolo di coraggio e creatività, è l'undicesimo animale dello zodiaco cinese. Fedeltà, apertura verso gli altri, innovazione e tolleranza sono le caratteristiche che questo nuovo anno ci spronerà a coltivare. 

Secondo il calendario lunare, dal 16 febbraio entriamo in quello che i cinesi chiamano simbolicamente l'anno del Cane, una frequenza che ci accompagnerà fino al 4 febbraio del 2019. Fedeltà, apertura verso gli altri, innovazione e tolleranza, ecco le caratteristiche che questo nuovo anno ci spronerà a coltivare.

Nell'immaginario comune, alla figura di questo animale vengono associate numerose qualità: dalla più totale lealtà alla più profonda amicizia. In lui si possono contemplare anche caratteristiche come la dolcezza, la sicurezza, l'innocenza e l'altruismo, ma soprattutto il saper dimenticare senza serbare rancore.

La sfida più grande in questa ottica quest'anno è proprio con se stessi e con il proprio atteggiamento. Sempre siamo chiamati ad essere presenti e responsabili per i nostri pensieri e per le nostre azioni, ma mai come quest'anno ciò può fare la differenza.

Il cane è definito l'animale domestico per eccellenza: a quali comandi obbedirà? A chi sarà fedele?

Il nostro compito più grande nell'anno del cane sarà proprio quello di essere fedeli a noi stessi, ai nostri principi ed a quello in cui crediamo. Essere onesti con noi, leali con il nostro sentire, usare calma e gentilezza verso tutti i nostri limiti, ma senza approfittarne, osservare i movimenti di autosabotaggio che quest'anno sono "in agguato".  

Dovremmo sfidare noi stessi al movimento, ad andare verso le cose, a viaggiare, stare fuori dalle zone di confort. Muoversi con un'attenta organizzazione ed utilizzare disciplina con se stessi sono le più importanti chiavi per essere centrati e non disperdere le nostre forze verso qualsiasi progetto (cane che si morde la coda).

La frequenza del 2018 incoraggerà la lentezza, la ricerca di risultati concreti, forse minimi, ma si sa, i cambiamenti troppo frettolosi svaniscono altrettanto in fretta e il cane chiede un atteggiamento fatto di pazienza ed attenta scelta dei propri passi, "fiutando", un'orma dopo l'altra, la strada senza perdere la direzione.

Un anno in cui ci verrà voglia di ampliare le collaborazioni (branco) e dedicarci ai nostri spazi, in primis alla casa e al sentirsi a casa, nei vari sensi del termine (cuccia).

Grazie a questa attitudine potremo davvero sentirci audaci e coraggiosi, forti di uno spirito di intraprendenza che è accompagnato da rigore e concentrazione. Un anno in cui investire entusiasmo ed intelligenza, fiducia e prudenza, passione e fermezza, creatività e regola.

Sara Ester Savini