Oli essenziali per Ajna, il chakra del terzo occhio

13.07.2018

Ajna è la dimora del subconscio, il punto di incontro tra l'intelletto e la saggezza spirituale. Questo chakra ci aiuta a portare a termine la missione che ci è stata assegnata nella nostra attuale incarnazione. 

Il sesto chakra è situato sul terzo occhio, tra le sopracciglia. E' associato al colore indaco e si sviluppa nell'adolescenza.

Ajna regola la nostra facoltà di chiaroveggenza, intuizione e le altre facoltà extrasensoriali. E' la sede di tutti i processi di consapevolizzazione. Aiuta a capire i nostri sogni, desideri e visioni. Controlla gli altri chakra del corpo fisico oltre che il sistema sensoriale e la deambulazione. Aiuta a superare le imposizioni che le autorità e la collettività hanno dettato per poter controllare il nostro destino.

Il nostro agire è dettato all'80% dal subconscio e solo al 20% dalla mente. Ajna è la dimora del subconscio, il punto di incontro tra l'intelletto e la saggezza spirituale. Questo chakra ci aiuta a portare a termine la missione che ci è stata assegnata nella nostra attuale incarnazione. Ci siamo, infatti, incarnati per imparare tramite il nostro corpo fisico (la materia) un particolare insegnamento. Una volta assimilato tale insegnamento siamo in grado di abbattere gli schemi derivati da questa situazione e possiamo dedicarci pienamente alla nostra missione.

Il sesto chakra ci consente di progredire, di osservare gli eventi con maggiore neutralità, di visualizzare il nostro futuro e di attirare le condizioni favorevoli per la nostra evoluzione. Quando è in equilibrio permette di sviluppare l'intuizione, l'intelligenza, la lucidità, la sensibilità, la pazienza, la tolleranza, la fiducia, la capacità di visualizzare. Viene scompensato quando rimaniamo troppo legati al passato, ci chiudiamo nella depressione, nella tristezza, proviamo felicità "solo se"... se ci fermiamo spiritualmente o ci chiudiamo nell'ipocrisia.

Ajna, che in sanscrito significa "padronanza", è collegato alla luce. Questo chakra illumina il cammino, porta lo spirito nella materia e permette di acquisire padronanza spirituale. Ci chiede di ascoltare la nostra voce interiore, di praticare tecniche di visualizzazione per sviluppare le nostre capacità creative, di fondare il nostro agire e le nostre decisioni sulla fede e non sul nostro vissuto, di meditare ogni giorno per creare dentro di noi il silenzio, di metterci in connessione con l'Universo e di vivere l'amore incondizionato. Se Ajna è attivo siamo in grado di creare armonia tra corpo fisico, mentale e anima.

I principali oli essenziali che lavorano su questo chakra sono: Aneto, Issopo var. Montana, Rosmarino a verbenone, Salvia officinale.

Il miglior modo per scegliere l'olio giusto è quello di lasciarci attirare istintivamente dal suo profumo. Sarà proprio l'olio essenziale a scegliere noi e ad agire per il nostro massimo bene. A seconda dell'olio che si andrà ad utilizzare potremo individuare l'aspetto sulla quale è necessario porre la nostra attenzione. Potremo poi semplicemente annusarlo più volte al giorno, metterlo in un diffusore di essenze e lasciare che il suo aroma ci avvolga, o potremo mettere una goccia di olio essenziale direttamente sul terzo occhio.

Di seguito vi riporto le caratteristiche principali degli oli essenziali per Ajna.

Aneto: fluidificante bronchiale e mucolitico,colagogo e coleretico, facilita la disintossicazione epatica e la digestione, antispasmodico e analgesico. Tonificante psichico in caso di mancanza di concentrazione, stanchezza intellettuale e tensioni psichiche. Equilibrante del sistema nervoso in caso di depressione stagionale e mancanza di fiducia. Dissolve fobie, paure, delusioni. Cicatrizzante emotivo. Agisce come un "balsamo dell'anima".

Issopo var. Montana: antivirale, antibatterico, antiinfiammatorio, rigenerante cutaneo. Tonico nervoso in caso di angoscia, ansia, mancanza di concentrazione, depressione latente, fatica fisica e psichica, nervosismo e agitazione interiore, oppressione, stress. Trasmette purezza e chiarezza di spirito. Purifica ed allinea tutti i corpi sottili tra loro. Sviluppa l'intuito e la capacità di percezione, attiva il terzo occhio ed invita alla meditazione.

Rosmarino a verbenone: stimola la produzione di progesterone e la funzionalità delle ovaie. Potente mucolitico ed espettorante, antisettico, viricida. Attiva le funzioni della cistifellea, ottimo disintossicante epatico e pancreatico, antispasmodico. Attiva il presso solare ed il terzo occhio. Rafforza la fiducia in sé stessi, sia a livello fisico sia psichico e spirituale, aiuta a controllare le emozioni, trasmette chiarezza spirituale e forza interiore. Rafforza la capacità di memorizzazione, analisi e sintesi. Aiuta a sviluppare l'espressione verbale.

Salvia officinale: azione simil-estrogeno, emmenagogo, fungicida, antibatterico, regola la sudorazione. Lipolitico, cicatrizzante, idratante e tonificante. Regola gli eccessi di passione e l'iperemotività. Porta saggezza, chiarezza e calma. Rafforza la memoria e dissolve la rigidità mentale.

A presto.

Elisa Mina - Operatrice olistica