Oli essenziali per Muladhara, il Chakra della radice

01.06.2018

Muladhara rappresenta la stabilità, l'istinto di sopravvivenza, la connessione con il mondo fisico e con "Madre Terra". La paura del cambiamento è spesso causa di una sua disfunzione. Alcuni oli essenziali ci possono aiutare a riportarlo in equilibrio.

Muladhara è posizionato alla base della colonna vertebrale, in fondo al coccige, al centro del perineo, tra l'ano ed i genitali. E' associato al colore rosso ed inizia a svilupparsi nel bambino dal secondo trimestre di vita fino ai 12 mesi. Rappresenta la stabilità, l'istinto di sopravvivenza, la connessione con il mondo fisico e con "Madre Terra".

Il 1° chakra racchiude la nostra manifestazione materiale: le ossa, i muscoli, la pelle, i capelli, le unghie, i vasi sanguigni. Governa la postura, la colonna vertebrale, le gambe, i piedi, il sistema immunitario. Ci dà continuamente informazioni sulle nostre funzioni corporee. Stabilizza e permette di mantenere "i piedi per terra", di aderire alla realtà ed al concreto. Porta movimento ed amore fisico. Infonde coraggio, capacità di iniziativa, volontà e spirito di competizione. Se è in buona salute, sapremo rapportarci agli altri e sapremo ciò che è necessario fare per avvicinarci ai nostri obiettivi.

Muladhara ci invita a capire il nostro linguaggio fisico, a rispettare il nostro corpo, a soddisfare i nostri bisogni vitali, a migliorare la nostra qualità di vita ed a farla durare il più a lungo possibile. Ci chiede inoltre di onorare la nostra famiglia terrestre, anche se decidiamo di intraprendere strade diverse. Ci chiede di onorare il pianeta Terra, questo perché esiste una relazione tra il modo in cui trattiamo la Terra ed il modo in cui trattiamo il nostro corpo: non rispettando il nostro corpo, perturbiamo il funzionamento del 1° chakra e di conseguenza aggrediamo il nostro pianeta. Per assicurare la nostra sopravvivenza e la nostra affermazione in quanto specie umana, dobbiamo imparare a vivere in armonia con la materia, con il nostro pianeta, in quanto ogni atto compiuto dal singolo influenza la coscienza collettiva. Muladhara ci chiede di radicarci, di creare un sentimento di calma e pace, di gestire lo stress e di rimanere fedeli a noi stessi senza lasciarci manipolare dagli altri.

La paura del cambiamento è spesso causa di una disfunzione del chakra della radice. Il cambiamento può essere una minaccia per la sopravvivenza e ne deriva quindi la paura per il successo o per la sconfitta ed il rifiuto che si manifesta in alcune persone. Per rafforzare Muladhara è necessario concentrarci sul processo di crescita e staccarci dalle aspettative che riponiamo nei risultati. Raggiungere un obiettivo non è fondamentale in quanto tale. Quello che conta è sapere che il vero successo dipende dalla crescita che si rivela necessaria per poter raggiungere l'obiettivo prefissato. In caso di "sconfitta" basterà farla nostra e capire cosa il processo realizzato ha fatto crescere in noi. In questo modo la sconfitta non sarà più sentita come tale, ma diventerà un'esperienza.

I principali oli essenziali che lavorano su questo chakra sono: Angelica arcangelica, Basilico sacro (Tulsi), Cannella legno e di Ceylon, Carota, Chiodi di garofano, Legno di Sandalo, Nardo dell'Himalaya, Origano, Patchouli, Pepe nero, Santoreggia, Vetiver, Zenzero.

Il miglior modo per scegliere l'olio giusto è quello di lasciarci attirare istintivamente dal suo profumo. Sarà proprio l'olio essenziale a scegliere noi e ad agire per il nostro massimo bene. A seconda dell'olio che si andrà ad utilizzare potremo individuare l'aspetto sulla quale è necessario porre la nostra attenzione. Potremo poi semplicemente annusarlo più volte al giorno, metterlo in un diffusore di essenze e lasciare che il suo aroma ci avvolga, o potremo preparare un olio da massaggio (ad es: 3 - 4 gocce di olio essenziale in 30 ml di olio di mandorle) che spalmeremo sotto la pianta dei piedi.

Di seguito vi riporto le caratteristiche principali degli oli essenziali per Muladhara.

Angelica arcangelica: aiuta ad entrare in contatto con le energie cosmiche, con la propria spiritualità e la parte migliore di sé, smuove l'energia stagnante e rivitalizza. Sviluppa il senso di radicamento per chi tende a essere molto a contatto con la parte spirituale. Decongestiona le vie respiratorie, risolve irregolarità mestruali e disturbi della menopausa.

Basilico sacro (Tulsi): antisettico potente ed analgesico. Per infezioni delle vie respiratorie, se preso a lungo termine rinforza il sistema immunitario. Rafforzante per sistemi nervosi fragili, mancanza di volontà, indecisione, fatica mentale. Ci aiuta a renderci contro del nostro potenziale e della nostra unicità, per difendere le nostre idee e raggiungere i nostri obiettivi.

Cannella legno e di Ceylon: tonica, stimolante, riscaldante, afrodisiaca, digestiva. Stanchezza, spasmi digestivi, dolori artritici e muscolari, impotenza, frigidità. Favorisce il calore fisico e spirituale, aiuta nei casi di freddezza interiore, solitudine e paura. Riscalda il cuore e dà un' avvolgente sensazione di casa. Il suo profumo stimola la creatività e l'ispirazione.

Carota: detossificante renale ed epatico nonché rigenerante cellulare epatico ed ipocolesteromizzante. Antirughe potente, tonico cutaneo, desclerosante, cicatrizzante. Riporta equilibrio e radicamento, lavora sulla disciplina. Aiuta a capire meglio chi siamo e cosa vogliamo. Per vincere la paura del fallimento e prendersi le responsabilità delle proprie azioni.

Chiodi di garofano: insettifugo, vermifugo, analgesico, antisettico. Disinfettante della cavità orale, per reumatismi. Contro insetti molesti. Stimola e rinforza il potenziale energetico, scioglie i legami troppo stretti con il passato. 

Legno di Sandalo: antisettico polmonare e urinario, diuretico, espettorante, afrodisiaco. Infezioni delle vie urinarie e respiratorie, depressione, insonnia, tosse, cura della pelle. Considerato olio sacro, trasforma l'energia sessuale elevandola sul piano spirituale. Collega i Chakra di base con il Chakra della corona pertanto armonizza tutto il sistema energetico calmando e facilitando lo sviluppo spirituale.

Nardo dell'Himalaya: antinfiammatorio, antibatterico, calmante respiratorio e cardiaco, aiuta in caso di tachicardia, anemia, psoriasi, varici, emorroidi. Per ritrovare la fiducia in noi stessi e vivere pienamente l'amore. Per cicatrizzare le ferite legate al passato e liberarci dal bisogno di controllo. Armonizza tutti gli aspetti della personalità.

Origano: antibatterico potente, digestivo, carminativo, antispasmodico, diuretico, balsamico. Cattiva digestione, meteorismo, raffreddore, catarro, infezioni delle vie urinarie. Stimola il sistema nervoso, la fantasia, le aspirazioni, favorisce la concentrazione. 

Patchouli: stimolante, sedativo, cicatrizzante, antinfiammatorio, afrodisiaco. Ansia, depressione, diminuzione del desiderio sessuale, problemi e cura della pelle. Combatte la depressione e lo stress, stimola il desiderio sessuale. Aiuta a conquistare la forza fisica e la ricchezza.

Pepe nero: antisettico, antimicrobico, stimolante, tonico, digestivo, antifebbrile, analgesico, diuretico, riscaldante. Per cattiva digestione, inappetenza, meteorismo, stitichezza, diarrea, malattie da raffreddamento, contratture e strappi muscolari, ritenzione idrica. La sua essenza forte è utile per acuire le facoltà mentali e rinvigorire il corpo.

Santoreggia: per infezioni polmonari, nevralgie, guarisce le cicatrici causate da bruciature, tagli, morsicature e allevia le ulcere boccali (collera diretta all'interno di noi stessi), ferma i sanguinamenti. Lavora sull'attaccamento, sul bisogno di dominare e controllare, portando all'indulgenza. Allevia il sentimento di ferita emotiva, libera dalle frustrazioni e riporta la capacità di emanare amore. Aiuta le persone che si sentono sempre attaccare dall'esterno a livello emotivo o fisico. Ci protegge nei momenti in cui ci sentiamo più debilitati ed indeboliti.

Vetiver: antisettico, rafforza il sistema immunitario, stimolante della circolazione, sedativo del sistema nervoso. Aiuta a combattere stress, depressione, tensione nervosa, insonnia, dolori muscolari. Per staccarci dal giudizio interno ed esterno, permettendo alle risposte di poter uscire. Per chi sembra invulnerabile, ma in realtà ha paura di manipolare e di essere manipolato. 

Zenzero: aromatizzante, aperitivo, digestivo, carminativo, stimolante delle funzioni digestive; è un ottimo anti nausea, aiuta la secrezione salivale. Ridà energia a tutte le funzioni del corpo. Riequilibra le energie che non sono in armonia. Aiuta a risvegliare e a riscaldare i sensi sopiti.

A presto.

Elisa Mina - Operatrice olistica