Oli essenziali per Svadhisthana, il Chakra sacrale

12.06.2018

E' il chakra del nostro patrimonio genetico, del movimento fisico, del benessere e della gioia di vivere. Ci invita a decifrare la complessità delle nostre emozioni ed a capire come gestirle per imparare a relativizzare ed a sdrammatizzare. Alcuni oli essenziali ci possono aiutare a riportarlo in equilibrio.

Il secondo Chakra è situato nella parte inferiore dell'addome, quattro dita sotto l'ombelico. E' associato al colore arancione ed inizia a svilupparsi nel bambino dai 6 al 24 mesi. E' il chakra del nostro patrimonio genetico, del movimento fisico, del benessere e della gioia di vivere. E' il chakra della comunicazione fisica che governa la fecondità, la creatività, la comunicazione non verbale, l'energia sessuale, la vitalità e lo spirito d'iniziativa. Il bisogno di stare con gli altri, la voglia di divertirsi, l'intensità delle emozioni e l'onestà derivano da questo chakra.

Qui la consapevolezza si concentra innanzitutto sull'espressione di sé stessi e sulla creatività. Da questo chakra iniziano a manifestarsi il piacere ed il godimento. Dopo essersi accertato di avere una certa sicurezza, il bambino inizia a sperimentare il mondo toccando, assaggiando, emettendo suoni per divertirsi e procurarsi più piaceri possibili. La domanda principale di questo chakra è: "che gusto ha il mondo per me e che gusto ho io per il mondo?". L'acqua simboleggia la liquidità in tutti i suoi aspetti, la capacità di adattarsi, il flusso, la ricchezza di espressione. Svadhisthana governa i fluidi dell'organismo: linfa, sangue, muco, sperma, urina, saliva, sudore, lacrime.

Ci invita a decifrare la complessità delle nostre emozioni ed a capire come gestirle per imparare a relativizzare ed a sdrammatizzare. Sviluppa in noi la nostra percezione emozionale inviandoci costantemente messaggi su come poter migliorare la nostra salute. Più riusciamo a sviluppare la nostra percezione, meglio possiamo distinguere le diverse sfumature in modo tale che i messaggi inviatici ci risultano di più chiara comprensione. E' proprio attraverso Svadhisthana che sviluppiamo il nostro intuito. Funge altresì da fonte di gioia e ci porta a ricercare il piacere nel momento presente. Quando è scompensato, cerchiamo di colmare l'assenza di gioia ricorrendo a palliativi esterni come droga, cioccolato, avventure sessuali o la pratica esagerata di un'attività sportiva. Questo chakra è in disequilibrio non appena l'energia creativa viene bloccata, in presenza di conflitti finanziari o sessuali, di abusi di potere, quando si sente il bisogno di controllare ma anche a causa di un'assenza quotidiana di gioia. Una vita di coppia, professionale o relazionale che sentiamo come imposta o noiosa, umiliante o abusiva scompensano questo chakra. Svadhisthana ci chiede di vivere le relazioni interpersonali che abbiamo, senza porci in una posizione di dipendenza. Vivere la passione, l'estasi, la gioia e la felicità è di estrema importanza per la nostra crescita spirituale.

Quel che ci viene chiesto di fare come prima cosa è di affrontare le nostre paure e di accettarle. Soltanto dopo averlo fatto siamo poi in grado di lasciarle andare.

I principali oli essenziali che lavorano su questo chakra sono: Arancio dolce, Benzoino, Bergamotto, Cisto ladanifero, Legno di Siam, Mandarino verde, Neroli, Petit grain bigaradier, Ylang-ylang.

Il miglior modo per scegliere l'olio giusto è quello di lasciarci attirare istintivamente dal suo profumo. Sarà proprio l'olio essenziale a scegliere noi e ad agire per il nostro massimo bene. A seconda dell'olio che si andrà ad utilizzare potremo individuare l'aspetto sulla quale è necessario porre la nostra attenzione. Potremo poi semplicemente annusarlo più volte al giorno, metterlo in un diffusore di essenze e lasciare che il suo aroma ci avvolga, o potremo preparare un olio da massaggio (ad es: 3 - 4 gocce di olio essenziale in 30 ml di olio di mandorle) che spalmeremo sul ventre con movimenti circolari.

Di seguito vi riporto le caratteristiche principali degli oli essenziali per Svadhisthana.

Arancio dolce: antidepressivo, aperitivo, digestivo, sedativo nervoso. Per la stanchezza, insonnia, disturbi nervosi e digestivi. Libera l'inconscio ed elimina la pigrizia mentale. Regala un senso di gioia, buon umore e benessere, rende più acuti i processi di pensiero. Attiva creatività, intuizione e curiosità per le novità.

Benzoino: antisettico, espettorante, cicatrizzante, tonico. Per le infezioni delle vie respiratorie, cistite, cura della pelle, dolori reumatici. Influisce sulla forza fisica e sull'energia magica. Agisce sulla psiche con effetto rilassante e rende meno traumatiche le situazioni stressanti. Riporta l'equilibrio emotivo e favorisce la riconciliazione con sé stessi e con il mondo.

Bergamotto: antisettico, antispasmodico, sedativo, cicatrizzante, deodorante, vermifugo, digestivo. Per l'acne, eczemi, psoriasi, ferite, infezioni delle vie respiratorie, infezioni delle vie urinarie, depressione. Ridona gioia, forza, coraggio e volontà nella vita di tutti i giorni. Fa fluire ed abbandonare vecchi schemi di pensiero, fa rinascere in momenti di transizione.

Cisto ladanifero: immunostimolante,astringente, emostatico, cicatrizzante. Impedisce alla pelle di disidratarsi. Aiuta a superare e cicatrizzare traumi fisici, psichici, spirituali e comprendere cosa è meglio per noi. Per renderci conto dei programmi mentali non funzionali che ci facciamo.

Legno di Siam: decongestionante prostatico ed afrodisiaco per impotenza maschile. Neurotonico e stimolante generale. Antisettico delle vie respiratorie. Rassodante ed astringente cutaneo, cicatrizzante. Risveglia i sensi e la creatività, aiuta a decodificare le intuizioni e renderle di chiaro utilizzo nella vita quotidiana.

Mandarino verde: stimolante digestivo e linfatico. Antistress per adulti, favorisce il rilassamento. Riporta al momento presente ed aumenta l'energia fisica, emotiva ed energetica. Aiuta a connettersi con il proprio bambino interiore ed a ridere di pancia. Aiuta le persone timide a lasciarsi andare.

Neroli: battericida a largo spettro, rigenerante cutaneo, tonico nervoso, calmante e sedativo. Per superare crisi e lutti, dona forza e coraggio. Ci aiuta a liberarci da situazioni che sembrano impossibili da affrontare. Per essere riconoscenti verso noi stessi, accettarci pienamente e liberarci dai comportamenti disfattisti che ricadono su di noi.

Petit grain bigaradier: riequilibrante nervoso, antibatterico, digestivo, stimolante. Contro irritabilità e nervosismo, depressione, stress, insonnia. Cattiva digestione. Eccellente azione tonificante, crea equilibrio ed armonia. Per staccarci da meccanismi di dipendenza ed ossessione, riconoscere i progressi che facciamo e lasciare andare il giudizio.

Ylang-ylang: afrodisiaco, antidepressivo, antisettico, sedativo nervoso. Depressione, insonnia, tensione, frigidità, impotenza, ipertensione, palpitazioni, cura della pelle e dei capelli. Allontana le paure, il senso di colpa, il dubbio, le insicurezze, i sentimenti bloccati, dissolve le delusioni e le offese, ripristina il desiderio di amare. È di grande aiuto nella femminilità repressa.

A presto.

Elisa Mina - Operatrice olistica