Senza legame nessuna libertà

04.08.2020

'Quando respiriamo maggiormente l'aria di libertà? Quando ci innamoriamo. E Presto ci rendiamo conto di qual'è la trappola.

Qual'e' la trappola? E' qualcosa di piccolo? O qualcosa di grande? Si tratta di qualcosa di potente, della comunanza di destini. Ci trasformiamo così come siamo nel destino per qualcun altro e gli altri diventano il nostro destino così come sono e proprio perché sono come sono. Cio' e' piu' evidente nel rapporto di coppia.

Come mai ci sentiamo così attratti dall'altra persona? Non la conosciamo nemmeno. Tuttavia esiste già una comunanza di destini, fra il mio destino, quindi cio' che e' accaduto nella mia famiglia e ciò che deve essere ancora messo in ordine nella mia famiglia, forse molte generazioni addietro, e il suo destino e ciò che è accaduto nella sua famiglia e ciò che deve essere ancora messo in ordine nella sua famiglia, forse molte generazioni addietro

Chi vuole stare solo è in trappola, non è libero. Chi vuole restare solo è arrabbiato con il destino e con Dio.' Bert Hellinger

- Hellinger ci propone un punto di vista diretto, pungente, provocatorio. Chiaramente, dobbiamo avere la capacità di contestualizzare le sue parole, perché è indubbio che una delle grandi fonti di forza che siamo in grado di apprezzare enormemente se abbiamo conquistato territori di pace dentro di noi è proprio la solitudine. Qui Hellinger parla del 'voler stare solo' come fuga, come illusione di 'non appartenere', come rifiuto dell'altro, come incapacità di confronto e comunicazione reale.

Molto spesso il nostro amore, in coppia o in amicizia, guarda verso qualcuno che sta guardando altrove, e non possiamo raggiungerlo. Allora prendiamo la giusta distanza, onorandone il destino, e dando così valore ad una rinnovata visione della libertà.

Sara Savini - Ideatrice del metodo Seconda Visione®
T:  340 942 5533