Una Tisana con Paola

18.03.2020

Sono giorni particolari quelli che stiamo vivendo. Non serve a molto essere ripetitivi. Dobbiamo stare in casa, le nostre abitudini devono essere completamente sconvolte, dobbiamo rallentare e non abbiamo alternativa. L'universo, la natura e, probabilmente, anzi sicuramente anche noi, abbiamo l'impellente necessità di ritrovare un sano equilibrio se vogliamo sopravvivere.
Molto facile! A parole.
Possiamo non lavorare, possiamo mettere in ordine casa, svuotare armadi, ripulire fuori per fare spazio dentro, possiamo leggere quei mille libri che abbiamo comprato ma che sono rimasti su uno scaffale con ancora la fascetta gialla o rossa intorno, chiaro segno che non li abbiamo mai nemmeno sfogliati. Possiamo aggiornare il repertorio delle serie TV, sì, proprio quelle che l'amico più fortunato di noi, con un lavoro part-time (e tutti ne abbiamo uno) ha avuto il tempo di guardare mentre noi correvamo di qua e di là magari a rincorrere un qualcosa che nemmeno sappiamo bene cosa, perché nella corsa ci siamo persi, ma non importa corriamo lo stesso perché chi si ferma è perduto.
STOP.
Ora tutto è immobile.
Tutto è fermo, dobbiamo rimanere fermi.
Quelle tre settimane che ad agosto volano, che ci sembrano sempre troppo poche, ora sembrano durare una vita intera.
Siamo una società malata? Forse.
Gli antichi ci direbbero: assolutamente.
Ma questi siamo noi e da noi dobbiamo ripartire per vivere anche questo periodo.
Magari imparando qualcosa.

Ma cosa può fare un'erborista per farvi vivere meglio questo momento? Ci ho pensato un pochino e ho deciso: vi preparo una tisana.

Sedetevi in poltrona, afferrate quel famoso libro che tante volte avete guardato sospirando e dicendo " non ho tempo", accedente la TV o semplicemente rimanete in ascolto del silenzio. Io metto a bollire l'acqua, una tazza bella abbondante, che non si mai che ne vogliate un rabbocco perché vi piace. Oggi per voi ho pensato a una ricetta utile, ma anche buona: una coccola, un insieme di piante che si prendano cura in modo dolce e premuroso del vostro sistema nervoso, troppo stressato da questo riposo forzato che fa sentire anche un po' in prigione (che meraviglioso paradosso siamo noi essere umani: stressati dal lavoro, ma poi anche dal riposo!!). L'acqua sta per bollire, la sento, e allora spegnendo il fuoco ci metto un cucchiaio da tè di quel miscuglio di erbe che emana un profumo soave.
È la mia tisana quella che vi preparo oggi: Tiglio, Arancio dolce e Lavanda. Rilassanti solamente a sentirne il nome, queste tre meraviglie della natura sono piante utilizzate da secoli dalla tradizione erboristica per calmare i nostri nervi. Il primo ha proprietà sedative, placa stati ansiosi, allontana l'angoscia e allevia lo stress. A chi soffre di insonnia spesso è consigliato un bagno caldo in cui sono immersi fiori di tiglio. Dei fiori d'Arancio e di Lavanda non è necessario forse nemmeno scrivere. Con il loro profumo inebriano la nostra mente e calmano la nostra anima. Ci riportano a paesaggi a noi cari, rimandano a giorni di vacanza in quel meraviglioso Sud o a quei campi immensi di color violetto provenzale, che da sempre sono sinonimo di meraviglia. Nel frattempo sono trascorsi dieci minuti e dunque la tisana è fatta, è solo più da filtrare. Desiderate anche un cucchiaio di miele?

Se siete pronti, non vi rimane che assaggiare. Gustatevi ogni sorso, con calma. Avete tempo. Oggi di sicuro.

Vi ricordo che l'arte erboristica della preparazione delle tisane deriva da una lunga tradizione, che ha viaggiato attraverso i secoli grazie all'osservazione sapiente della natura da parte di uomini speciali. Essi le utilizzavano per riequilibrare l'organismo e anche per curarlo in molte situazioni. È bene quindi considerare queste preparazioni con la serietà che gli è dovuta. Non bisogna eccedere nel loro utilizzo, (due o tre tazze al giorno al massimo) e non bisogna dimenticare di bere acqua pura, perché al nostro corpo fa bene anche quella!

Mi auguro di essere riuscita a trasmettervi tutto l'amore che provo per il mio lavoro. Anche da casa, anche lontana.

Alla prossima tisana.

Dott.ssa Paola Tosco, erborista e naturopata
T: 
338 105 6768

Ricetta per la Tisana:
Per 100 gr : 60 gr di Tilia tomentosa Moench, parti aeree
20 gr di Citrus aurantium L. var. dulcis L., fiori
20 gr di Lavandula angustifolia Mill., fiori 
Un cucchiano da caffè di tisana in 200ml di acqua a temperatura di ebollizione. Lasciare riposare 7-8 minuti, filtrare e gustare al naturale o con l'aggiunta di un cucchiaino di miele